Crea sito

La Camera da letto di Francesco II presenta  un arredo in stile impero, in legno di mogano e bronzi dorati. con letto a baldacchino, due comodini, due cassettoni ed un tavolo da centro, sostenuti da tre leoni alati, realizzati tra il 1814 ed il 1822. Sui cassettoni un busto in marmo raffigurante San Giuseppe del Sorbilli del 1854 ed un busto in marmo  raffigurante la Vergine di Alfonso Balzico del 1855. L'orologio a cilindro in bronzo dorato a mercurio di manifattura francese risale al 1818. La volta a padiglione e' affrescata con una allegoria della vottoria dei Napoleonidi sui Borboni, la Gloria di Tedeo per l'uccisione del Minotauro di Giuseppe Cammarano. Due cariatidi sostengono la mensola del camino in marmo, disegnata da Valerio Villareale e realizzata dallo scultore Domenico Masucci. Alle pareti due ritratti di autore ignoto del ottocento raffiguranti Francesco II di Borbone e la moglie Maria Sofia di Wittelsbach e due tele di soggetto religioso di Luigi Postiglione: Gesu' placa la tempesta e Gesu' guarisce un indemoniato.

L'anticamera della stanza da letto di Francesco II e' decorata con un trompe-l'oeil raffigurante un baccanale del pittore Franz Hill. Alle pareti sono esposti  ritratti di Francesco I e Ferdinando II  e due tele del pittore Carlo De Falco raffiguranti Francesco I di Borbone e la moglie la regina Maria isabella Infanta di Spagna. Si segnala una console ad opera della Real Laboratorio delle Pietre Dure, istituito a Napoli nel settecento da Carlo di Borbone, raffigurante sullo sfondo  in pietra paragone, elementi floreali ed un vezzo di perle; della console esiste nelle Collezioni Reali il disegno preparatorio ad opera di Gennaro Cappella. Complementano l'arredo dellaSala due vasi in porcellana di Sassonia di cui uno con medaglioni raffiguranti una veduta di citta' ed un ritratto femminile, l'altro decorato con motivo a stelline dorate con fondo verde. Sulla console di Destra vi e' un orologio neoclassico