Crea sito

Back To Top

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5
L'abbazia di Montecassino/ The Abbey of Montecassino
La Cripta di Anagni/ the Crypt of Anagni
Il chiostro dell'abbazia cistercense di Casamari/ the cloister of the Cistercian Abbey of Casamari
Gaeta ed il suo mare/ Gaeta and the coast
Il giardino della Certosa di Trisulti/The garden of the Carthusian Monastery of Trisulti

Dott.ssa ANNA MARIA PRIORA

djGuide Turistiche Abilitate per le Province di Frosinone e Latina. ....................................... Licensed Tourist Guides for Montecassino and its surroundings. ....................................... Cell/mobile+39.328.1965002 www.facebook.com/anna.priora annamaria.priora@gmail.com

cell/mobile +39 328 1965002

mail: annamaria.priora@gmail.com

Get Adobe Flash player

SP Simple Youtube

Contatta le Guide!!!

Inviate un elenco delle località che volete visitare, indicate anche il numero di giorni a vostra disposizione. Esigenze particolari (es gruppo di persone anziane, bambini ecc). Indicate anche il vostro NOME e numero di TELEFONO. Tutti questi dati verranno utilizzati al solo scopo di potervi ricontattare secondo le nuove leggi sulla privacy GDPR Ue 2016/679. Scrivete il VOSTRO indirizzo Email nel formato xxxxx@yyyyy.xy
Email:
Descrizione dell'itinerario, giorni a disposizione, esigenze ecc (obbligatoria):

Inviami una copia per email
Una volta scritto il vostro indirizzo EMAIL e la descrizione dell'itinerario, cliccate su SUBMIT per inviarlo. Le Guide Turistiche la ricontatteranno nel più breve tempo possibile!

Facebook FanBox

Lo Studio di Ferdinando IV (Detta anche Gabinetto Ricco del Re, o galleria di Sua Maesta') e' la prima sala dell'appartamento del Re, indicato negli antichi inventari come il "Gabinetto Ricco di S.M. il Re". La volta del soffitto e' decorato con grifi e motivi floreali, opera di Gaetano Magri, mentre 7 eleganti cammei opera di Carlo Brunelli rappresentano sulle pareti le allegorie di Guerra, Pace, Abbondanza, Forza, Merito, Giustizia e Innocenza. sulle sovrapporte invece si vedono le divinita' tra cui spicca Giove che amministra la giustizia  accanto a Giunone con il pavone.  Sulle pareti le boiserie in legno inciso, sono coperte dalle opere di Hackert realizzate tra gli anni 80 e 90 del 700 e rappresentanoi siti reali e le localita' piu' amate da Re Ferdinando Iv: Mietitura a San Leucio, Persano, il Giardino Inglese della Reggia di Caserta, Cava dei Tirreni, Capri, Il traghetto sul Sele, Ischia. La decorazione originale della sala era in stile Roccoco' ma fu sostituita negli anni 90 da un sobrio stile neoclassico, per ospitare al meglio gli arredi che il re aveva acquistato a Parigi dal mobiliere  tedesco Adam Weisweiller, un modile in ebano, lacche giapponesi, e bronzi dorati, sofa'e sedie. i modili sono solo copie fedeli di fine 800.Sulla Commodeun orologio di fabbricazione francese, datato 1754 e raffigurante Aurora sul sole nascente. Dietro lo specchio  c'e' un corridoio  che serviva per  andare dal fumoir alla stanza seguente, senza disturbare il re mentre stava lavorando.

la Sala del Consiglio (anticamera alla stanza da letto di Ferdinando II) e' una elegante sala decorata con una carta da parati francese, dipinta e lumeggiata in oro, che precede la camera da letto del re. Il soffitto  e' affrescato da Filippo Pascale con decori alla pompeiana Tra gli arredi spiccab un orologio a pendolo a forma di tempietto, di fabricazione francese della prima meta' del 1800. Sul davanzale esterno si trova una meridiana , formata da una base circolare in bronzo ed un disco in marmo su l qualr sono segnale le ore in caratteri romani. Nella parte alta del disco c'e' l'iscrizione Signatel moment ed un coperchio in bronzo ricopre la piastra.

La camera da letto di  Ferdinando IV e' famosa per essere stato il luogo dove e' morto Ferdinando II delle due Sicilie. Stava tornando  dall'aver accompagnato il figlio Francesco II a ricevere in sposa Maria Sofia di Baviera il sovrano si spense in questa stanza il 22 maggio 1859 di una malattia contagiosa, per questo fu bruciato tutto. La stanza fu nuovamente arredata   con un letto in stile impero e mobili in mogano, il letto en bateau stile impero, due comodini a pilastro, un como' con decorazioni in bronzo dorato, una scrivania intarsiata a cilindro, un tavolo tondo e sedie in seta rosa. Le lampade sui comodini sono di porcellana di Francia a forma di anfora con bouquet di fiori su fondo blu e globi in cristallo smerigliato. I busti presenti raffigurano Ferdinando II di Borbone in gesso, e uno in marmo raffigurante Maria antonietta di Borbone, sorella di Ferdinando II realizzato nel 1834, mentre i vasi sono imitazioni di vasi antichi, mentre sulle colonne trovano posto i busti di Ferdinando Ii e della moglie Maria Cristina di Savoia opera di Luigi Pampaloni. Sulla parete lunga un dipinto di Pompeo Batoni raffigura l'Allegoria per la morte di due figli di Ferdinando IV di Borbone.